Roche Ematologia
ELN 2018
Janssen Oncology
Ematobase.it

Leucemia linfoblastica acuta infantile senza irradiazione cranica: miglioramento del controllo del sistema nervoso centrale


Nonostante il trattamento contemporaneo, fino al 10% dei bambini con leucemia linfoblastica acuta presenta ancora recidive.
Si è valutato se un dosaggio più elevato di PEG-Asparaginasi e un'intensificazione precoce della tripla terapia intratecale migliori il controllo sistemico e del sistema nervoso centrale ( CNS ).

Tra il 2007 e il 2017, 598 pazienti consecutivi di età compresa tra 0 e 18 anni hanno ricevuto la chemioterapia diretta al rischio senza irradiazione cranica profilattica nel St Jude Total Therapy Study 16.

I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere PEG-Asparaginasi 3.500 U/m2 rispetto alle convenzionali 2.500 U/m2.
I pazienti che presentavano caratteristiche associate a un aumentato rischio di recidiva a livello del sistema nervoso centrale hanno ricevuto due dosi extra di terapia intratecale durante le prime 2 settimane di induzione della remissione.

La sopravvivenza libera da eventi ( EFS ) a 5 anni e i tassi di sopravvivenza globale ( OS ) per i 598 pazienti sono stati rispettivamente dell'88.2% e del 94.1%.
Il rischio cumulativo di qualsiasi recidiva del CNS, isolata o combinata, è stato dell'1.5%.

Dosi più elevate di PEG-Asparaginasi non hanno influenzato l'esito del trattamento.
Il fenotipo a cellule T era l'unico fattore di rischio indipendente per qualsiasi recidiva del SNC ( hazard ratio, HR 5.15; P=0.021 ).

Tra i 359 pazienti con caratteristiche associate a un aumentato rischio di recidiva del SNC, il tasso a 5 anni di qualsiasi recidiva del SNC è risultato significativamente inferiore rispetto a 248 pazienti con le stesse caratteristiche trattate nel precedente Total Therapy Study 15 ( 1.8% vs 5.7%; P=0.008 ).

Non ci sono state differenze significative nel rischio cumulativo di convulsioni o infezioni durante l'induzione tra pazienti che hanno ricevuto o non hanno ricevuto le due dosi extra di trattamento intratecale.

Dosi più elevate di PEG-Asparaginasi non sono riuscite a migliorare gli esiti, ma un'ulteriore terapia intratecale durante l'induzione precoce è sembrata contribuire a migliorare il controllo del CNS senza eccessiva tossicità per i pazienti ad alto rischio. ( Xagena2019 )

Jeha S et al, J Clin Oncol 2019; 37: 3377-3391

Onco2019 Emo2019 Neuro2019 Pedia2019 Farma2019


Indietro