ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Pomalidomide, Ciclofosfamide e Prednisone nel mieloma multiplo recidivato o refrattario


Uno studio di fase 1/2 ha valutato la dose massima tollerata di Pomalidomide ( Imnovid ) e l’efficacia in combinazione con Ciclofosfamide e Prednisone in pazienti affetti da mieloma recidivato o refrattario.

La Pomalidomide è stata somministrata al dosaggio di 1-2.5 mg/die, la Ciclofosfamide a 50 mg a giorni alterni, il Prednisone a 50 mg a giorni alterni, per sei cicli di 28 giorni, e successivamente da una terapia di mantenimento Pomalidomide - Prednisone.

E’stata raccomandata la tromboprofilassi.

Sessantanove pazienti sono stati arruolati; 55 hanno ricevuto la dose massima tollerata di Pomalidomide ( 2.5 mg/die ) e sono stati valutati.

Le risposte migliori hanno incluso: risposta completa in 3 pazienti ( 5% ), risposta parziale molto buona in 10 ( 18% ), risposta parziale in 15 ( 27% ), e risposta minima in 11 ( 20% ), malattia stabile in 15 ( 27 % ) e progressione della malattia in 1 ( 3%); il tasso di risposta globale è stato pari al 51%.

Il tempo alla risposta è stato di 1.83 mesi ( valore mediano ).

Dopo un follow-up mediano di 14.8 mesi, la sopravvivenza mediana libera da progressione è stata di 10.4 mesi, la sopravvivenza globale a 1 anno è stata pari al 69%.

Al dosaggio massimo tollerato, la tossicità di grado 3-4 ha compreso: anemia ( 9% ), trombocitopenia ( 11% ), neutropenia ( 42% ), eventi neurologici ( 7% ), eventi dermatologici ( 7% ), tromboembolia ( 2% ). Le infezioni di grado 3-5 si sono verificati in 5 pazienti ( 9% ).
Cinque pazienti ( 9% ) hanno interrotto il trattamento per tossicità.
L’incidenza di nuovi eventi avversi di grado 3-4 è stata bassa durante la terapia di mantenimento.

E’ emerso che l’associazione Pomalidomide, Ciclofosfamide e Prednisone è sicura ed efficace nei pazienti con mieloma recidivato o refrattario. ( Xagena2013 )

Larocca A et al, Blood 2013; Published online before the print

Emo2013 Onco2013 Farma2013


Indietro