isth 2017
Madrid 22nd congress
2017 ASH Meeting on Hematologic
Gastroenterologia.net

Il linfoma diffuso a grandi cellule B EBV-positivo nei giovani adulti rappresenta un'entità patologica distinta dalla variante che colpisce i pazienti anziani


Il linfoma diffuso a grandi cellule B ( DLBCL ) positivo al virus di Epstein-Barr ( EBV ) è una neoplasia linfoide che è stata fino ad ora definita unicamente nei pazienti adulti, di età superiore a 50 anni, ma che può tuttavia colpire anche pazienti più giovani.
Uno studio clinico è stato condotto allo scopo di analizzare la prevalenza, le caratteristiche cliniche e gli esiti oncologici espressi in termini di sopravvivenza nei pazienti giovani adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B positivo al virus di Epstein-Barr.

Lo studio ha esaminato le informazioni relative a 571 pazienti con nuova diagnosi di linfoma diffuso a grandi cellule B arruolati nell'ambito di due coorti ( una retrospettiva e una prospettica ).
La prevalenza della positività all’infezione da virus di Epstein-Barr è stata del 6.7% ( 13 casi su 195 ) nei pazienti giovani ( età inferiore o pari a 50 ) e del 9.3% ( 35 casi su 376 ) nel gruppo di pazienti anziani ( età superiore a 50 anni ).

Lo stato di EBV è risultato essere strettamente associato a determinate caratteristiche cliniche sfavorevoli ( età avanzata, stadio avanzato della neoplasia, coinvolgimento di due o più siti extranodali, elevato punteggio IPI [ International Prognostic Index ] e aumentato rischio secondo IPI aggiustato per età ) unicamente nel gruppo di pazienti anziani.

Uno scarso impatto prognostico della positività a infezione da virus di Epstein-Barr è stato osservato solamente nel gruppo di pazienti anziani ( hazard ratio, HR = 2.86; intervallo di confidenza [ IC ] 95%: 1.83-4.47; P minore di 0.001 ), ma non nel gruppo di pazienti giovani ( HR = 1.17; IC 95%: 0.35-3.89; P = 0.801 ).

In conclusione, lo studio ha dimostrato che una percentuale sostanziale di casi di linfoma diffuso a grandi cellule B positivo al virus di Epstein-Barr degli anziani può verificarsi anche nei pazienti giovani adulti, dove però la positività a EBV non è risultata associata a caratteristiche cliniche sfavorevoli o a esiti peggiori.
I risultati dello studio hanno indicato inoltre che la diagnosi di linfoma diffuso a grandi cellule B EBV-positivo non dovrebbe essere limitata unicamente ai pazienti anziani e che il linfoma diffuso a grandi cellule B positivo per l'infezione da virus di Epstein-Barr nei pazienti giovani adulti debba essere considerato come un'entità patologica clinicamente distinta. ( Xagena2015 )

Hong JY et al, Ann Oncol 2015; 26: 548-555

Onco2015 Emo2015 Pedia2015



Indietro