Janssen Oncology
Roche Ematologia
Linfoma mantellare
ELN 2018

Risultati ricerca per "Sindromi mielodisplastiche"

I pazienti con anemia e sindromi mielodisplastiche a basso rischio in cui la terapia con agenti stimolanti l'eritropoiesi non è efficace diventano generalmente dipendenti dalle trasfusioni di globuli ...


Le mutazioni di IDH2 ( isocitrato deidrogenasi-2 ) si verificano in circa il 5% dei pazienti con sindromi mielodisplastiche. L'attività neomorfica delle proteine ​​mutanti IDH2 provoca ipermetilazio ...


Le sindromi mielodisplastiche e la leucemia mieloide acuta con mutazioni di TP53 sono caratterizzate da recidive frequenti, risposte scarse o di breve durata, e ridotta sopravvivenza con le terapie at ...


La Guadecitabina è un agente ipometilante di nuova generazione il cui metabolita attivo Decitabina ha un tempo di esposizione in vivo più lungo rispetto alla Decitabina per via endovenosa. Sono neces ...


La Decitabina, un inibitore della DNA metiltransferasi 1 o composto ipometilante del DNA, non è facilmente biodisponibile per via orale a causa della rapida eliminazione da parte della citidina deamin ...


Le opzioni di trattamento per la trombocitopenia nelle sindromi mielodisplastiche sono scarse. Come descritto in precedenza in uno studio randomizzato di fase 2 ( n=250 ), 58 settimane di trattamento ...


Le sindromi mielodisplastiche sono caratterizzate da una eritropoiesi inefficace che porta all'anemia. Sotatercept è una nuova proteina di fusione formata dal dominio extracellulare del recettor ...


Azacitidina ( Vidaza ) è una terapia standard di prima linea nelle sindromi mielodisplastiche ( MDS ) a rischio elevato. Non si sa se le combinazioni basate su Azacitidina con Lenalidomide ( Revlimid ...


Specifiche mutazioni genetiche che si trovano comunemente nelle sindromi mielodisplastiche possono aiutare a spiegare l'eterogeneità fenotipica di questi disturbi e a predire la sopravvivenza.A ...


La maggior parte dei pazienti anemici con sindromi mielodisplastiche ( MDS ) senza delezione 5q a basso rischio è trattata con agenti stimolanti l'eritropoiesi ( ESA ), con un tasso di risposta del 50 ...


I pazienti affetti da sindrome mielodisplastica o leucemia mieloide acuta che sono trombocitopenici e non sono in grado di ricevere la terapia modificante la malattia hanno poche opzioni di trattament ...


Tosedostat è un nuovo inibitore orale della aminopeptidasi con attività clinica in un precedente studio di fase 1-2 in pazienti anziani con leucemia mieloide acuta in recidiva o refrattaria.Uno studio ...


Uno studio randomizzato in doppio cieco di fase 3 ha valutato l'efficacia e la sicurezza di Lenalidomide ( Revlimid ) in 205 pazienti dipendenti da trasfusione di globuli rossi con rischio basso/inter ...


I fattori prognostici per la risposta e la sopravvivenza nei pazienti ad alto rischio con sindrome mielodisplastica trattati con Azacitidina ( Vidaza ) rimangono in gran parte sconosciuti.All’interno ...


Le sindromi mielodisplastiche sono caratterizzate da una ematopoiesi inefficace e da progressione a leucemia.Dati clinici e sperimentali suggeriscono una patofisiologia immuno-mediata in alcuni pazien ...