Ematologia Amgen
Celgene Ematologia
GSK Ematologia
Janssen Oncology

Luspatercept migliora i livelli di emoglobina e i requisiti di trasfusione di sangue in uno studio su pazienti con beta-talassemia


La beta-talassemia è una malattia ereditaria con limitate opzioni terapeutiche approvate; i pazienti manifestano anemia e le sue complicanze, incluso il sovraccarico di ferro.

Si è determinato se Luspatercept ( Reblozyl ) possa migliorare l'anemia e le complicanze della malattia nei pazienti con beta-talassemia.

È stato effettuato uno studio in aperto, non-randomizzato, non-controllato con una fase di individuazione della dose e di espansione della dose di 24 settimane ( fase iniziale ) e una fase di estensione di 5 anni, attualmente in corso.

Sono stati arruolati 64 pazienti; 33 erano non-trasfusione-dipendenti ( emoglobina media inferiore a 10.0 g/dl; meno di 4 unità di eritrociti trasfuse per 8 settimane ) e 31 erano dipendenti da trasfusione ( 4 o più unità di eritrociti per 8 settimane ).

I pazienti hanno ricevuto da 0.2 a 1.25 mg/kg di Luspatercept per via sottocutanea ogni 21 giorni per 5 cicli o più ( fase di rilevazione della dose ) e da 0.8 a 1.25 mg/kg ( coorte di espansione ed estensione di 5 anni ).

L'endpoint primario era la risposta eritroide, definita come aumento dell'emoglobina maggiore o uguale a 1.5 g/dl dal basale per 14 o più giorni consecutivi ( senza trasfusioni di globuli rossi ) per i pazienti non-dipendenti da trasfusione o riduzione del carico trasfusionale di eritrociti del 20% o superiore in un periodo di 12 settimane versus le 12 settimane prima del trattamento per pazienti dipendenti da trasfusione.

In tutto 18 pazienti non-dipendenti da trasfusione ( 58% ) che hanno ricevuto livelli di dose più elevata di Luspatercept ( 0.6-1.25 mg/kg ) hanno raggiunto un aumento medio dell'emoglobina maggiore o uguale a 1.5 g/dl in 14 o più giorni rispetto al basale.

In tutto 26 pazienti dipendenti da trasfusione ( 81% ) hanno raggiunto una riduzione del 20% o superiore del carico trasfusionale di globuli rossi.

Gli eventi avversi più comuni di grado da 1 a 2 sono stati dolore osseo, mal di testa e mialgia.

Al cutoff, 33 pazienti erano rimasti in studio.

E' emerso che un'alta percentuale di pazienti con beta-talassemia in trattamento con Luspatercept ha presentato miglioramenti dell'emoglobina o del carico trasfusionale.
Questi risultati supportano uno studio clinico randomizzato per valutare l'efficacia e la sicurezza. ( Xagena2019 )

Piga A et al, Blood 2019; 133: 1279-1289

Emo2019 Farma2019


Indietro