ELN 2018
Ematobase.it
Xagena Mappa
Medical Meeting

Maggiore incidenza di linfoma non-Hodgkin, leucemia e mieloma nei pazienti con diabete mellito di tipo 2


Le neoplasie ematologiche sono un gruppo eterogeneo di condizioni caratterizzate da una eziologia poco chiara.

È stato ipotizzato che il diabete mellito di tipo 2 sia associato a un aumentato rischio di sviluppo di linfoma, leucemia e mieloma.

Una ricerca della letteratura ha identificato 26 studi ( 13 caso-controllo e 13 studi di coorte ) che hanno valutato tale associazione.

L’odds ratio ( OR ) per il linfoma non-Hodgkin è aumentato a 1.22 ( P minore di 0.01 ), ma non l’odds ratio per il linfoma di Hodgkin.

Si è verificato un aumento del odds ratio per il linfoma delle cellule T periferiche ( OR=2.42; P=0.009 ), ma non per altri sottotipi di linfoma non-Hodgkin.

L’odds ratio per la leucemia è stato pari a 1.22 ( P=0.02 ) e l’OR per il mieloma a 1.22 ( P=0.08 ).

Sebbene il diabete mellito di tipo 2 sembra aumentare il rischio di sviluppare linfoma, leucemia e mieloma, gli studi futuri dovrebbero concentrarsi sulla valutazione di altri potenziali fattori di confondimento come l'obesità, le abitudini alimentari, l'attività fisica, e/o la terapia antidiabetica. ( Xagena2012 )

Castillo JJ et al, Blood 2012; 119: 4845-4850

Emo2012 Endo2012



Indietro