GSK Ematologia
Ematologia Amgen
Janssen Oncology
Celgene Ematologia

Pembrolizumab nelle forme recidivanti e refrattarie di micosi fungoide e di sindrome di Sézary


È stata valutata l'efficacia di Pembrolizumab ( Keytruda ) nei pazienti con micosi fungoide ( MF ) recidivante o refrattaria avanzata o sindrome di Sézary ( SS ).

CITN-10 è uno studio multicentrico di fase II a braccio singolo su 24 pazienti con micosi fungoide o sindrome di Sézary, in fase avanzata.
I pazienti sono stati trattati con Pembrolizumab 2 mg/kg ogni 3 settimane per un massimo di 24 mesi.

L'endpoint primario era il tasso di risposta globale ( ORR ) in base a criteri di risposta globali di consenso.

I pazienti avevano una malattia in stadio avanzato ( 23 su 24 con MF/SS in stadio IIB-IV ) ed erano stati pesantemente pretrattati con una mediana di 4 precedenti terapie sistemiche.

Il tasso di risposta complessivo è stato del 38% con 2 risposte complete [ CR ] e 7 risposte parziali [ PC ].

Dei 9 pazienti che hanno risposto, 6 hanno presentato un miglioramento del 90% o più nelle malattie della pelle secondo la scala SWAT ( Severity Weighted Assessment Tool ) e 8 hanno avuto risposte in corso all'ultimo follow-up.

La durata mediana della risposta non è stata raggiunta, con un tempo di follow-up mediano della risposta di 58 settimane.

Gli eventi avversi immuno-correlati hanno portato all'interruzione del trattamento in 4 pazienti.

Un peggioramento transitorio di eritroderma e prurito si è verificato nel 53% dei pazienti con sindrome di Sézary.
Questa reazione di esacerbazione cutanea non ha comportato l'interruzione del trattamento per nessun paziente.
La reazione di esacerbazione è stata correlata a un'espressione elevata di PD-1 sulle cellule di Sézary ma non è stata associata alle successive risposte cliniche o alla mancanza di risposta.

Le risposte al trattamento non sono state correlate all'espressione di PD-L1, al carico di mutazione totale o a una firma di espressione genica dell'interferone-gamma.

Pembrolizumab ha dimostrato una significativa attività antitumorale con risposte durature e un profilo di sicurezza favorevole nei pazienti con forme avanzate di micosi fungoide o sindrome di Sézary. ( Xagena2020 )

Khodadoust MS et al, J Clin Oncol 2020; 38: 20-28

Emo2020 Onco2020 Farma2020


Indietro